Una al giorno

EPSON DSC picture

A volte ci si trova in luoghi che appaiono strani, a volte sembrano luoghi magici, altre ti danno la sensazione che il tempo si sia fermato, altre ancora sembra che manchi qualcosa eppure si rimane a bocca aperta.

In questo luogo, lontano centinaia di chilometri dalla civiltà, mi sono fermato a lungo cercando di immaginare chi avesse costruito questa baracca e perchè, avrei potuto avvicinarmi a guardare meglio, magari entrarci ma qualcosa me lo ha impedito, non mi sono avvicinato per rispetto, per non alterare ciò che avevo davanti; una sensazione strana, una voce che mi diceva “Lascia tutto così com’è” e ho pregato i miei compagni di viaggio di fare lo stesso.

Una volta ripreso il cammino, mi sono girato per dare un’ultima occhiata e ho percepito una sensazione strana, qualcosa che assomigliava a gratitudine per non aver inquinato questo luogo tanto semplice quanto tranquillo.

Per vedere tutte le foto di “Una al giorno” clicca QUI

Spread the love

Potrebbero interessarti anche...